Seleziona una pagina

BPI – Bullettino di Paletnologia Italiana

Rivista periodica annuale

mu-civ@beniculturali.it
ISSN 0392-5250

 

Convegno Scientifico Internazionale dedicato a Filippo Maria Gambari

I circolare

Museo delle Civiltà, Roma – Novembre 2022

La Direzione Generale Musei, il Museo delle Civiltà e le Soprintendenze territoriali nelle quali ha lavorato, o che ha diretto, hanno deciso di dedicare a Filippo Maria Gambari un convegno scientifico internazionale che si terrà a Roma nella sede del Museo delle Civiltà nel novembre 2022.

Lo scopo sarà quello di omaggiare lo studioso, il collega, il Dirigente sempre pronto all’ascolto e disponibile al consiglio e alla collaborazione.
La sua profonda cultura e il suo desiderio di conoscere lo hanno portato ad affrontare tematiche diverse e apparentemente molto distanti tra loro. Sebbene i suoi interessi e i suoi studi si siano concentrati prevalentemente sulla protostoria italiana, sulla storia della paletnologia, sull’arte rupestre e sulla normativa dei beni culturali e l’organizzazione del Ministero, i suoi compiti di Dirigente lo hanno condotto a realizzare progetti e iniziative che spaziavano in tutti i campi dell’archeologia, dell’antropologia, dell’etnografia, della storia dell’arte e delle tradizioni popolari. Il suo legame con la realtà sociale e territoriale con la quale di volta in volta interagiva gli ha permesso di connettere quest’ultima con gli spazi e le tematiche proprie dell’archeologia.

Per conformarsi alla molteplicità degli argomenti da lui trattati che difficilmente troverebbero agio entro limiti cronologici o geografici, il convegno viene articolato in cinque ampie sessioni tematiche:

Oggetti | Saperi | Parole | Culture | Civiltà

Si invitano quanti hanno condiviso con lui un percorso di lavoro o ricerca, ma anche coloro che vogliano ricordare in questa occasione i suoi ambiti di studio, a inviare proposte di comunicazioni.

SCARICA LA I CIRCOLARE

Si segnala fin d’ora che gli atti saranno pubblicati in un supplemento del BPI – Bullettino di Paletnologia Italiana edito dal Museo delle Civiltà.

Periodico fondato nel 1875 da Gaetano ChiericiLuigi Pigorini, e Pellegrino Strobel.

Nel 1901 Luigi Pigorini scriveva: «fondando il Museo Preistorico ed Etnografico di Roma […]. Per tentare tutto ciò che era nelle mie forze, ho provveduto il museo di una biblioteca paletnologica […] e quale repertorio degli studi sulle antichità primitive italiane ho unito al Museo il Bullettino di Paletnologia».

A fine 2020 è ripresa l’attività editoriale del BPI – Bullettino di Paletnologia Italiana con la pubblicazione del n. 100, i cui tre volumi contengono gli Atti del Convegno di Studi per il bicentenario della nascita di Gaetano Chierici (Reggio Emilia, 19-21 settembre 2019).

Dal 2021 si riparte con il nuovo Comitato Scientifico, esteso anche a studiosi che operano in altri paesi, con l’obiettivo di ampliare il bacino d’utenza e tornare a essere un punto di riferimento per la ricerca preistorica ed etnografica.

La rivista ha adottato una nuova struttura, un nuovo formato, una nuova grafica e ospita contributi originali sia in italiano sia in inglese, corredati da didascalie in doppia lingua e abstract estesi.

Il BPI – Bullettino di Paletnologia Italiana accoglie proposte che dovranno rientrare in una delle seguenti aree tematiche:

  • Metodi, sintesi e dibattiti – articoli a invito su temi generali di particolare interesse;
  • Antropologia culturale e Paletnologia – contributi utili a costruire un linguaggio comune e creare un rapporto più stretto fra le discipline;
  • Storia della disciplina e Archeologia degli archivi – contributi sulla storia degli studi e lavori su materiali d’archivio;
  • Vecchi e nuovi contesti – contributi su nuove ricerche, su materiali dalle collezioni museali o su contesti già noti;
  • Archeometria, Bioarcheologia, Geoarcheologia e Restauro – contributi sull’intersezione tra scienze e preistoria;
  • Preistoria e Contemporaneità – contributi relativi al rapporto tra Musei e società e sulle modalità di disseminazione delle conoscenze.

I contributi, redatti secondo le norme redazionali, dovranno essere inviati a mu-civ.bpi@beniculturali.it e, se accettati dal Comitato Scientifico, saranno inoltrati a due revisori esterni.

Documenti utili

Norme e liberatoria

Scarica le norme redazionali e la liberatoria.

Codice etico e Diagramma processo di revisione

Scarica il PDF

Consulta il BPI

Il BPI su Academia

Rimani aggiornato sulle ultime pubblicazioni.

webdb.muciv.beniculturali.it

Indice dei volumi dal 1875 a oggi.

Comitato scientifico

Prof. Massimo Osanna – Direzione generale Musei
Prof. Andrea Cardarelli – Sapienza Università di Roma
Dott. Massimo Cultraro – CNR, Istituto delle Scienze del Patrimonio Culturale sede di Catania
Prof. Michele Cupitò – Università degli Studi di Padova
Prof. Andrea Dolfini – Newcastle University
Prof. Federica Fontana – Università degli Studi di Ferrara
Prof. David W. Frayer – University of Kansas
Prof.ssa Cristina Lemorini – Sapienza Università di Roma
Prof. Alessandro Lupo – Sapienza Università di Roma
Prof. Mark Pearce – Nottingham University
Prof.ssa Annaluisa Pedrotti – Università degli Studi di Trento
Dott. Andrea Pessina – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
Prof. Umberto Tecchiati – Università degli Studi di Milano
Prof. Fabio Viti – Aix-Marseille Université

Comitato di redazione tecnico-scientifica

Dott. Paolo Boccuccia (coordinatore), dott.ssa Francesca Alhaique, dott.ssa Irene Baroni, dott.ssa Valeria Bellomia, dott.ssa Francesca Candilio, dott.ssa Gaia Delpino, dott.ssa Rosa Anna Di Lella, dott. Claudio Mancuso, dott.ssa Loretta Paderni, dott.ssa Alessandra Sperduti.